L’Alta velocità saluta definitivamente Orvieto. A partire dal nove giugno il Freccia Rossa fermerà alla stazione di Chiusi, con grande soddisfazione della stazione toscana, concorrente con Orvieto in questa difficile partita. Si tratta del treno Freccia Rossa 9501 Milano-Napoli che fermerà a Chiusi alle 7 e 56  e il Freccia Rossa Napoli-Milano 9570 delle 21 e 7. Una notizia accolta in modo contrastante dai politici orvietani. Secondo l’ex esponente dei Comunisti, Ciro Zeno si tratta di una grande occasione persa da Orvieto.  “Non individuo colpe tra gli amministratori locali e regionali umbri, ma incapacità profonda – dice – per Orvieto così come è collegata con Chiusi in questo momento le fermate Eurostar sono del tutto sterili. La mattina il 2304 da Orvieto-Chiusi arriva a Chiusi alle 07 e 56 quindi non potremo prendere l’Eurostar per Roma.

Al ritorno l’interregionale Chiusi-Orvieto parte da Chiusi alle 21.00 e l’Eurostar proveniente da Roma arriva alle 21 e 07. Il treno successivo utile da Chiusi per tornare ad Orvieto c’è alle 23.00. Insomma queste 2 fermate per il territorio Orvietano è come non avercele sempre che non intendiamo recarci a Chiusi con l’auto”. Meno negativo il commento del sindaco di Parrano, Valentino Filippetti. “Il Freccia Rossa non è per i pendolari, casomai i Freccia Rossa e Italo sono la causa dei guai dei pendolari.  Questo treno è importantissimo per il turismo e se sapremo costruire dei servizi collaterali adeguati porterà nuovi flussi. Ovviamente accanto a questo ci deve essere l’impegno per migliorare i collegamenti da Orvieto per Roma e Firenze. Ma le due cose non sono in contrasto”.